set 122012

Photobucket

Oggi vi proponiamo un interessantissimo domanda/risposta che i fansites dedicati a Twilight hanno avuto l’opportunità di realizzare con il regista di Breaking Dawn Bill Condon ed altri membri dello staff tecnico. Noi lo abbiamo interamente tradotto per voi! BUONA LETTURA!!!!!!!!!!

Dopo aver visto lo stesso materiale che i fans hanno potuto ammirare al Con 3 settimane dopo, Bill Condon parla alla stanza piena di rappresentanti di alcuni fansites.

Bill: Volete prima parlare o vederne un’altra o cosa dobbiamo fare?

Jack Pan: Ragazzi volete vedere la seconda clip?

(Risate, ognuno inizia a fare sì con la testa)

Laura (Lex): Oppure puoi mettere su tutto il film, staremmo tutti buoni con il film su, sai (tutti ridono)

(Poi ci fanno vedere una seconda clip con il braccio di ferro di Emmett e Bella)

Bill: Eccovi, probabilmente lontani dal vostro obiettivo.Quella roccia sembra vista dall’interno . (tutti ridono)…Sì, così state vedendo tutti i difetti . (Commenta così a proposito del CGI che è ancora alle fasi iniziali. Abbiamo visto la scena di lotta tra Bella e Emmett. In essa loro appoggiano le loro braccia su quella che dovrebbe essere una grossa pietra che assomiglia molto di più a schiuma perchè ci stanno ancora lavorando sopra. (In ciò che vediamo Kristen affronta anche quello che sembra un puma di cartone)

Jack Pan: Quindi ragazzi, magari velocemente presentate i vostri siti e possiamo iniziare il Q&A?

(Tutti assentono, alcuni dicono “sicuro”)

Kaleb: Io sono Kaleb Nation di TwilightGuy.com

Heidi: Io sono Heidi di Twilight Facebook

Lee: Lee di Twilight Moms

Kimmy: Io sono Kimmy di HisGoldenEyes.com

Michelle: Io sono Michelle di BellaandEdward.com

Laura: Laura di Twilight Lexicon

Kallie: Kallie di TwilightSeriesTheories.com

Sheila: Sheila di Team-Twilight.com

Elena: Elena di Twilightish

Becca: Nikki e Becca di Letters to Twilight

Erin: Erin di Twilightish

Andrew: Andrew di Twilight Source

Bill: (fa un gesto a Jack Morrissey) Jack del Team Jack

(Tutti ridono)

Jack: (rivolgendosi a Bill) Team Bill Condon

Bill: (guarda le persone alla sua sinistra) Ian Slater, Ginny Katz. Abbiamo editato il film inisieme. (Guarda in fondo alla stanza) e Greg Yolan… a capo di tutto il resto.

Jack M: Greg Yolan del Team Jack

(Tutti ridono)

Greg (saluta): Io sono Greg

Jack Pan: Quindi chi vuole iniziare? (Nessuno dice niente)…Sono tutti senza parole.

(Tutti ridono)

Jack: Non ho potuto seguire

(Tutti ridono ancora)

Laura (Lexicon): Non lo so, credo di potercela fare. Il teaser (il primo) è uscito oggi e penso che tutti noi lo abbiamo già visto 3 milioni di volte, non che ci sia qualcosa di sbagliato in questo. E una delle cose che mi è davvero piaciuta è che abbiamo visto degli scorci di punti di vista alternativi…

Bill: Giusto

Laura (Lexicon): Puoi parlarci un po’ di come lo avete fatto; magari è una collaborazione tra te, Melissa Rosenberg e Stephenie Meyer, di decidere quali sono i punti di vista alternativi, e quanto è stato divertente girare qualcosa che non c’è nei libri, qualcosa di diverso dal dire abbiamo viaggiato in qualche posto e siamo tornati. Quanto è stato divertente arrivare a questa dimensione?

Bill: Sì, tipo… i Denali, giusto? Nel libro arrivano, e si sente come se condurre i nostri personaggi principali sulla strada assieme, in tre aree differenti, fosse una cosa importante per lo scopo del film. Credo che lo vedrete. Ne avrete uno sguardo dalla misura del titolo principale. Con questo film, è tutta una questione di opportunità in un modo strano, è tipo una questione di dipingere il mondo per tutti questi vampiri. Quindi, in effetti è stata, nei primissimi giorni in cui abbiamo deciso di farlo, una vera sfida, perché introduciamo circa 23 nuovi vampiri, giusto? E lo facciamo nel secondo atto, e dal terzo atto sono su un campo di battaglia e devono conoscersi molto in fretta. E’ stato davvero divertente per gli attori. Perché tutti hanno realizzato uno, due momenti dove dovevano andare a finire ed è stato quello che hanno fatto. E’ stata parte di ciò che mi ha attirato. E’ stata una parte di Twilight completamente nuova che abbiamo introdotto in questo film.

Laura: Qualcuno di quei punti di vista alternativi è il tuo preferito oppure è come scegliere tra i tuoi figli?

Bill: Lo è decisamente.
(tutti ridono)

Kallie: Ok, andiamo avanti. Menzioni i 23 nuovi personaggi. Voglio dire, questo è importante per me. Ne abbiamo parlato a colazione, che è semplicemente un enorme numero di gente con cui devi lavorare sul set. Ne abbiamo avuto un assaggio nel trailer. Di tutti loro in riga.

Bill: Sì.

Kallie: Com’è stato da regista? Voglio dire, è stata una specie di impresa affrontare tutti quei personaggi.

Bill: E’ stato come mettere su un gioco. Sai, abbiamo fatto qualcosa che non si fa di solito nei film. Come sai dal libro, sono circa 100 pagine. Nella sceneggiatura sono 25 pagine. E noi abbiamo avuto gli attori passo dopo passo. E’ stato quasi come preparare un numero di musical. Per dargli vita. E’ stato bello.

Andrew: Hanno un tempo di apparizione equo? Come siete riusciti ad equilibrare?

Bill: No. Alcuni di loro hanno più scene. I Denali sono prominenti, potrei dire. Garrett prevale. Anche gli Irlandesi.
(tutti ridono)

Bill: Alcuni di loro, penso che non potrebbero averlo, onestamente. Alcuni di loro erano tipo per riempire il senso di essere in ogni parte del mondo. Però, posso dire, di nuovo, che ogni attore ha avuto il suo momento. Ognuno ha avuto un momento per venire fuori.

Kaleb: Quanto vicino è quello che abbiamo appena visto al finito senza aggiunte di CGI e cose del genere?

Bill: Bè, è il montaggio. Quindi il montaggio è fatto (nota: il filmato del primo clip è identico a quello mostrato al Comic Con). Ma la grande cosa è che è tutto Bella, qualsiasi cosa da scimmietta arrampicatrice non ci sarà più, quando arriva alle rocce, per esempio, crea da sola il proprio appiglio spingendosi tra le rocce (riferendosi alla scena quando Kristen Stewart scala la roccia per arrivare allo scalatore e reagiva ai detriti che non c’erano). Quindi ci saranno un sacco di detriti, un sacco di roba mentre lei va, va giù. Lei crea tutte quelle cose, anche se non ci sono. Ma il montaggio è quello.

Jack M.: Laura era agitata a cena ieri sera che possa essere come il montaggio dell’anno scorso della baia dove hai fatto la scena di apertura dei Volturi, e…

Bill: Oh, e se n’è andata…

Greg: Gente, siete voi i responsabili.

Bill: E’ giusto.

Laura: Abbiamo portato iella (alla visita dell’anno scorso, i siti videro un’intera scena che è stata poi tagliata dalla versione definitiva per far partire il film. Era ambientata a Volterra, quando i Volturi venivano informati del matrimonio di Bella ed Edward. La scena prevedeva la presenza di Marcus, Aro, Caius, Felix e Demetri e un’impiegata che era stata data da Felix e Demetri per il pranzo. E’ stata tagliata dalla versione definitiva perché è stato ritenuto importante dare più importante alla connessione tra Bella ed Edward).

Laura: Parli dei 23 che, è stato un lavoro grandioso scritturare 23 persone e sei riuscito ad avere ogni tipo di persona. Di quei 23 vampiri, chi è stato il più difficile e quale il più facile da decidere?

Bill: Ooh questa è una bella domanda. Umm, sapete, Lee Pace era un Garrett perfetto. Quindi quello è accaduto e basta. Con alcuni di loro, li si vede, e succede. Il più difficile, forse le sorelle di Denali, il fatto di rendere l’idea che vengano dalla stessa famiglia, ma mostrare che hanno diverse qualità, quello era una sorta di mix e di sfida. Ci è voluto qualche tempo.

Lee: Preferisci girare molto da vicino in modo che ci sia poco spazio per le variazioni? Quanto è collaborazione e quanto è voluto?

Bill: Bè, c’è una collaborazione qui e ovviamente questi film vengono creati in larga parte in questa stanza dove ci siamo noi tre [riferendosi a se stesso, Ian Slater e Ginny Katz] . Quindi devo dire che non è tutto completamente nuovo per me con questo film. Abbiamo circa 2000 effetti. Credo tanti quanti in Avatar. Quindi in fondo è come se fosse un film animato. L’ultima parte, quella nel campo, cerco di non promuoverla molto perché sembra quasi di toglierle un po’ di magia , ma è stata, sapete, tutta girata con lo schermo verde. Abbiamo sessioni ogni giorno per controllare gli effetti, forse la 20esima versione di uno di essi, e sembra quasi di essere ancora in fase di produzione. Si rivolge a Ginny Katz) Ginny, vuoi dire qualcosa di più a riguardo?

Ginny: No. (Tutti ridono) Hai detto tutto tu. Voglio dire, ci sono diverse telecamere tutto il tempo, quindi ci sono diverse possibilità di scelta.

Kallie: Bè a proposito, aver girato entrambi i film nello stesso momento, credo anche di sapere quale sarà la tua risposta, ma è stato positivo o negativo? Voglio dire, quali sono stati gli aspetti positivi o negativi del fatto che poi dovessero uscire con così tanta distanza l’uno dall’altro?

Bill: E’ divertente..non dovrei dirlo. Ero con Eric Feig l’altra sera e lui diceva che stanno pensando di dividere l’ultimo Hunger Games in due film, e mi chiedeva un consiglio, e gli ho detto di non farlo. (tutti ridono) Credo che ci voglia di più per le riprese, ma direi che questa distanza un po’ ha aiutato, piuttosto che doverli mettere in un film solo. Ma allo stesso tempo è…abbiamo tagliato delle cose che abbiamo girato un anno e mezzo fa, lo abbiamo fatto di recente, quindi sembra davvero passata un’eternità. Sono bramoso. Quando abbiamo iniziato, l’idea originale era di farlo uscire a Luglio, se ricordate poi è stato spostato. Quindi diciamo che sono al punto in cui sono veramente emozionato all’idea di mostrarvelo. Vorrei che la gente lo vedesse adesso. Non vorrei aspettare ancora, non più di voi. Ma purtroppo avevamo bisogno di più tempo, era più grande di quanto pensassimo.

Becca: Hai lavorato sulla seconda parte già quando stavi editando la prima?

Bill: Ginny fa sempre un cut up, e anche Ian.

Jack M: Puoi spiegarci cosa significa fare un cut up?

Bill: Come se andassi a casa il venerdì e vedessi tutto quello che abbiamo girato qualche giorno prima. Quindi lo abbiamo fatto per entrambi i film quando abbiamo iniziato l’editing di BD1

Jack M: Un lungo film.

Ginny: Abbiamo impostato la seconda parte, ci siamo concentrati su quello che avremmo dovuto fare prima e poi a quel punto eravamo pronti.

Andrew: Questa domanda potrebbe sembrare un po’ troppo diretta, ma cosa succede alla fine di questo film? Perché ad esempio nel trailer c’è questo enorme gruppo…

Greg: Jack è molto vicino all’alzarsi e fare questo (si muove come se dovesse picchiarli) a tutti voi.

(Tutti ridono)

Jack Pan: Hai un’idea di quelo che succede.

Bill: Avete visto Prometheus? (Tutti ridono)

Laura (Lexicon): Hai parlato un po’ di CGI, e tutto ciò che sta succedendo. Questi vampiri hanno tutti poteri diversi. Abbiamo visto un po’ di questi nel trailer. Abbiamo potuto vedere quello che stavate facendo con Benjamin, con l’acqua, e se si metteva in pausa si poteva vedere qualcosa di Alec. E’ stata una pausa proprio dura. Grazie mille quattro volte, per averlo fatto. Come hai discusso con gli attori al riguardo? Voglio dire, ovviamente, hanno letto e sapevano quale fosse il loro potere. Ma ne avete discusso insieme, insomma abbiamo pensato un po’ al modo in cui vi siete approcciati alla cosa. Come avete fatto?

Bill: No, non con ognuno di loro, Rami Malek per esempio, era davvero.. è venuto con tutte queste variazioni su da dove provenisse il potere. E’ da qui, o da qui? [indica il suo avambraccio, poi i polsi, quindi le dita] Sai voleva sapere come i suoi movimenti fisici avrebbero causato queste cose, e come controllare gli elementi di fondo. Come avrebbe potuto farlo. E lo fa. Ha tre grandi scene. E’ stato meraviglioso, il modo in cui lo ha interiorizzato. Non si vede gran che, ma nelle altre scene si prende il piacere incredibile di quello che può fare. Poi penso… Cameron [Cameron Bright che interpreta Alec] aveva aspettato molto tempo per dimostrare quello che può fare. Era molto preso. E’ tipo un vampiro “gangsta”. (Tutti ridono).

Nikki: Il primo ha un aspetto definito e si sente. Sembra molto nuovo, pulito e contemporaneo. E proprio da quello che abbiamo visto, un po’ diverso. Qual è la logica alla base?

Bill: Sai è divertente, anche perché noi, prima che mi rendessi conto che fosse un errore, all’inizio pensavo che questo film sarebbe dovuto essere in 3D. Perché stiamo vedendo attraverso Bella. Abbiamo sempre sentito quello che fanno quando vanno a caccia e cosa fanno quando tornano a casa e che cosa vuol dire vedere di notte, per essere in grado di vedere così chiaramente, ma non lo abbiamo mai sperimentato. Ora arriviamo a quel punto. Quindi, anche se non lo abbiamo fatto, possiamo vederlo e viverlo, perché è girato con la telecamera ad alta definizione [una scena di Bella che attraversa il bosco a rotta di collo durante la sua prima caccia].Volevamo ottenere una chiarezza perché accade dal suo punto di vista. E questa sarà una cosa interessante, non l’ho ancora effettivamente guardato in quel modo ancora. In realtà, siamo solo agli inizi del montaggio.

(inizia un frenetico gesticolare tra i dirigenti in camera. Qualcuno borbotta a Bill: “Io non credo che avresti dovuto dirlo.” Ancora chiacchiere, qualcuno “Beh avremmo dovuto immaginare che qualcuno lo avrebbe fatto prima o poi”)

Laura: Non abbiamo sentito niente

(Risate)

Bill: Beh comunque è vero. Si ha una sensazione diversa, non ci sono discussioni.

Sheila: Ti sembra di aver cambiato visione dal primo al secondo? Perché è completamente diverso..

Bill: No. Penso che sia stato perché, ovviamente, li abbiamo girati allo stesso tempo. Sai che è sempre Bella. Nel primo film, le prime esperienze intime di Bella, sai con tutti questi momenti incredibilmente importanti della sua vita. E poi in questo film, è una grande idea, la madre vampira. E credo che si trasformi in una guerriera. Ma si tratta di seguire il suo viaggio. Ed esserne informati.

Traduzione a cura di Moki77, PinkPunk83, GaiaB86 e Chiara.

Fonte: Lexicon

Leave a Reply

(required)

(required)

*
Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.