ago 262010

Da questo articolo di ABC, è partito un dibattito (sul Twilight Lexicon) sul fenomeno Twilight e conseguente “infatuazione” verso i giovani attori da parte di donne che giovanissime non lo sono.

Pel, giustamente a mio avviso, osserva che però nessuno ha da obiettare sul fatto che un 50enne possa avere una cotta per attrici molto giovani come Megan Fox (per non parlare dell’80enne Hugh Hefner che ancora si circonda delle sue conigliette).

Leggiamo un estratto dell’articolo:


Jill Etesse è rimasta colpita dai libri di Twilight il secondo in cui ha iniziato il primo libro della saga. E’ stata colpita dalla saga su carta e ha noleggiato il primo film.

Quindi è iniziata la follia.

“Mi sono messa in fila con le adolescenti per New Moon,” dice la mamma 38enne di due bambini. “Mio marito era mortalmente imbarazzato. La metà dei miei amici pensano che sia pazza.”

Etesse, da Leesburgh, Virginia, non lascia avvicinare la figlia ai Team Edward e Team Jacob, ma l’ha portata con sé a vedere Eclipse.

C’è qualcosa di, um, sgradevole su queste mamme bramanti questi ragazzi di Twilight o altri bocconcini dello schermo? Cavolo no, dice la 54enne Toni Downey di Limerick, Pennysylvania. Non siamo mica morte!

Downey è più presa da Matt Bomer, della serie TV “White Collar” di 32 anni, ma “Ho già avuto pensieri impuri su ragazzi poco più che maggiorenni.” Rigorosamente la varietà “celebrità guardare ma non toccare”, fa notare.

Gli addominali del 18enne Taylor Lautner? “Da restare senza fiato!”, dice Downey, che ha una figlia di 25 anni. “Buffy è l’unica cosa da vampiri che le interessa, e pensiamo entrambe che Pattinson fosse più figo nei panni del biondo Diggory in Harry Potter”.

In questa luce, hanno dichiarato pubblicamente la loro, a volte, enigmatica gioia di districarsi tra programmazioni di film, cambi di pannolino, pasti dei bambini e allenamenti di calcio. Come le adolescenti, sono impazienti di vedere gli ultimi due film della saga l’anno prossimo e vanno a caccia di letture, destinate magari alle più giovani.

“Non ho idea del perché mi attrae così tanto,” dice Etesse sulla sua dipendenza da Twilight. “Sono sposata con un uomo bellissimo, alto, scuro e franco-irlandese, ma quegli addominali…scambierei un paio delle mie Jimmy Choo perché mio marito avesse degli addominali così.” [...]

Il resto dell’articolo è più o meno di questo tenore. Io confermo di essere d’accordo con Pel, perché ridicolizzare delle mamme perché hanno una passione (perché, mi sembra, il tono dell’articolo sia questo), quando i loro corrispettivi maschili lo fanno da secoli, senza essere giudicati?

A voi la parola!

Fonte: Twilight Lexicon

Leave a Reply

(required)

(required)

*
Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.