set 062010

Nuova settimana ed ennesima parte dell’intervista di Stephenie Meyer realizzata con i quattro fortunatissimi fansites estratti a sorte e che hanno avuto l’onore di passare un intero pomeriggio insieme alla nostra scrittrice preferita.

Questa volta Stephenie ha parlato dei personaggi dei Volturi e della musica che ama tanto.

Eccovi qui l’intera intervista tradotta per voi:

Elysa: Vorrei parlare dei Volturi perchè non sono solo l’elemento che preferisco dell’intera serie ma molto probabilmente sono i personaggi cattivi che amo di più di qualsiasi libro abbia mai letto, perchè per me sono un po’ tipo delle….

Matt: Rockstars.

Elysa: Sì esatto…ma delle…

Kallie: Rockstars straniere.

Elysa: Quello che mi piace di più è che….c’è molto senso dell’ambiguità in diversi modi. Sono chiaramente i nemici e si ha paura di loro ma c’è anche una sorta di riverenza specialmente perchè in qualche modo da umani, dobbiamo dimostrarli una specie di rispetto che devi dimostrargli, loro in fondo cercano di sistemare le cose, come a Seattle. Così li amo anche per questo, penso spesso ai cattivi famosi, come in Harry Potter o Star Wars ed altri franchise, cioè lo capisci subito solo guardandoli, capisci cosa intendo??


Stephenie Meyer: Mostri. Sembrano cattivi. Come degli zombie che si avvicinano.

Elysa: Esattamente! E’ questo che ti aspetti e sai….

Stephenie Meyer: Anche se c’è un ibro che esca al riguardo credo il prossimo anno , intitolato Warm Bodies (Corpi caldi) che cambierà la visione degli zombie per…

Meghan: Per il resto della tua vita.

Stephenie Meyer: Per il resto delle vostre vite sì. Non li guarderete mai, non va solo….

Meghan: Va capito.

(chiacchiericcio)

Stephenie Meyer: Non è ancora uscito. E’ di Isaac Marion, e cambierà la figura degli zombie per sempre.

Matt: E’ una serie?

Stephenie Meyer: No.

(chiacchiericcio)

Meghan: E’ un libro singolo. Ha un sito Internet in cui ci sono altri suoi lavori. Forza Isaac! (Siamo andati in cerca del sito e lo abbiamo scovato per voi, se volete darci un’occhiata cliccate qui ndr)

Stephenie Meyer: Credo che sia divertente perchè ho sempre utilizzato personalmente gli zombie come un esempio di come i mostri dovrebbero sembrare….e vedrete…Lo trovo molto più spaventosi di quanto potete immaginare. Sapete perchè non mi sono mai particolarmente impaurita guardando un flm dell’orrore, gli unici che mi facevano un po’ paura erano quelli più psicologici perchè è come quando incontro un bravo ragazzo e poi in realtà non lo è. Ed è una cosa spaventosa perchè esci fuori da casa tua e non c’è un dinosauro fuori ad aspettarti per mangiarti ma c’è una ragazzo proprio lì di fronte a te e cosa fai se è uno psicopatico? Inoltre sono sempre stata affascinata dalle apparizioni perchè il male non si mostra mai come il male. In realtà è pulito, splendente e carino. I Volturi sono un po’ così, sono dei cattivi che hanno avuto circa 3000 anni per diventare quello che sono, una perfetta e potente presenza, e in più sono divertenti. E’ divertente mostrare dei vampiri alla vetta di tale potere, sono molto molto oscuri ma nello stesso tempo non sono selvaggi ed assetati di sangue come la maggior parte di essi ma mostrano uno autocontrollo e una pazienza fuori dall’ordinario, cose che in realtà non ti aspetti dai cattivi.

Elysa: E’ questo che infatti mi terrorizza!

Stephenie Meyer: La pazienza, sì—Aro in particolare, la cosa più oscura per me riguardo al suo personaggio è che può veramente amare qualcuno in modo onesto e sincero e allo stesso tempo ucciderlo; come sua sorella (Didyme ndr) che amava veramente, che era per lui la persona più importante al mondo, ma che si è frapposta sulla sua strada per l’ambizione e così l’ha uccisa e fatta soffrire, ma soffrire per ciò che aveva fatto perchè dal suo punto di vista era giusto. E quando puoi fare una cosa del genere, quando oltrepassi quella linea….brividi.

Elysa: Sì, sì.

Matt: Hai una domanda?

Elysa: No, volevo solo fare per un attimo la fangirl!

Matt: Oh, okay!

Stephenie Meyer: Sapete cosa dovreste leggere? I miei personaggi cattivi in assoluto….avete mai letto Neverwhere di Neil Gaiman? Croup e Vandemar, Oh. Mio. Dio! (trovate qualche informazione in più qui)

Elysa:Come si chiama?

Stephenie Meyer: Neverwhere, ed è di Neil Gaiman, è uno dei miei prefeirti, ci sono questi personaggi cattivi, Croup e Vandemar, non ho mai letto di nessuno così terrificante in tutta la mia vita. Bellissimi!!!!!!!

(chiacchiericcio)

Elysa: Forse c’è una domanda che andrebbe fatta. Lo sapevi fin dall’inizio che i Volturi sarebbero andati a trovate Victoria (ricordate in La seconda breve vita di Bree Tanner?)

Stephenie Meyer: Sì, perchè nella storia, quando Alice ha la visione, ci sono quattro giorni di tempo e ho sempre saputo che c’era stata una spinta e che si erano incontrati e che aveva fatto in modo che Victoria prendesse una decisione e pensasse: “Ok, ora. Andiamo.” Capito? E’ così che doveva andare fin dall’inizio. Quattro gironi sono tantissimo tempo ed è stato un errore dei Volturi perchè Jane era stanca di aspettare e così ha detto “Dovete fare qualcosa”. Victoria ha combinato un enorme pasticcio.

Elysa: Credo che tu abbia già toccato questo argomento prima, ma hai detto che Jane spesso agisce da sola.

Stephenie Meyer: Questo è una specie di..voglio dire, colui che controlla davvero tutto è Aro.. E’ la pinnacola e ha tutti i poteri in mano sua così è lui a richiamare i suoi gioielli ma in questo caso specifico, conoscendo Alice ha dovuto deviare un po’ e ha lasciato che fosse Jane ad occuparsene. Sapete, lui dice “Vai”. E non dice espressamente di andare da loro perchè sa che Alice potrebbe vederlo, una cosa tipo “Jane, credo tu sia fantastica e voglio che tu esca e vada ad occuparti delle cose là fuori che hanno bisogno di essere tenute sotto controllo. Credo tu sia in grado di prendere le tue decisioni a riguardo.” E jane è tipo ” Ah, so di cosa stai parlando”. Così lei va là fuori e conosce già la sua missione. Sa tutto sui Cullen. Sa che ci sono delle decisioni da prendere e che bisogna agire, e sa come farlo. Sì, questa è Jane. Si potrebbe scrivere una storia intera su Jane a causa del periodo di frustrazione che ha passato e a tutte quelle cose che ha cercato di fare senza impazzire per fare in modo, quando fosse tornata a casa, di non far dire ad Aro “Bè, forse non ho poi così bisogno di qualcuno che sia in grado di incenerire la gente”.

Elysa: Credi che..

Kallie: Continua! Stavi dicendo quello che tutte vorremmo chiedere quindi fai pure.

Matt: Abbiamo poco tempo.

Elysa: Ok. Allora..ho sempre avuto l’impressione che Jane odiasse Bella più di chiunque altro ma poi abbiamo letto Bree e apparentemente odia molto più Alice.

Stephenie Meyer: Bè, pensateci su, Aro tutto questo tempo…Aro è l’unica persona che per lei conti davvero, dopo Alec ovviamente, però Aro è davvero l’unico di cui lei ha sempre voluto essere la preferita.

Matt: Come una figlia.

Stephenie Meyer: Esatto. Io intendo dire che hanno una “relazione” da anni. Lei è il suo premio. Il suo gioiello. Lui è invincibile grazie a lei. Alec è ovviamente un ottimo alleato ma c’è una forte complicità tra loro (Aro e Jane) e adesso Aro ha trovato un gioiello più prezioso di lei, quindi se potesse ucciderebbe Alice all’istante. Ma sa che questo la caccerebbe nei guai. Lei ODIA Alice. Bella è solo molto noiosa, qualcuno che non sente dolore.Come osa!! Ma Alice…….

(discussioni e risate)

Stephenie Meyer: Alice è un problema per lei, un grosso problema. Sapete, se si dovesse arrivare allo scontro…Jane farebbe meglio a sperare che Alice si tirasse indietro. E sapete quanto potrebbe essere frustrato Aro nel caso in cui Alice non fosse li, sarebbe tipo “Oh cavolo”. E Jane, seduta accanto tipo “Non deve morire??” E Aro sa esattamente come si sente e sa come giocarsela a suo favore perchè è malato!

(discussioni)

Stephenie Meyer: E’ pazzo, ma adorabile, e Michael Sheen…sapete…

(chiacchiere)

Stephenie Meyer: Abbiamo considerato diversi nomi per Aro, sapete? E Michael Sheen era la scelta di Chris Weitz ma io..Frost/Nixon?? E’ un grande attore ma non riuscivo a vederlo nella parte.

Fansite: Oh Lucian, com’è sexy!

Stephenie Meyer: Bè vedete, non avevo visto Underworld e così ero tipo “Mmm, non saprei. Avevo proprio un’idea diversa in testa e avrei questo o quell’attore in mente”, ma mi hanno coinvolta. Il primo giorno che l’ho visto sul set sono corsa da Chris e ho detto “Grazie mille. Avevi ragione, mi sbagliavo. Ti ascolterò sempre in futuro perchè avevi pienamente ragione su di lui”.

(discussioni)

Stephenie Meyer: Sembrava di essere in una scuola di recitazione quando lo guardavo entrare in scena. In ogni singola ripresa faceva qualcosa di diverso, ci metteva sempre qualcosa di nuovo. Sempre, ovviamente, cose perfette. Non potrebbe mai sbagliare e dava anche sempre qualcosa di nuovo da cui partire al regista. E’ davvero una persona interessante. E’ davvero divertente parlare con lui.

Fansite: Mio marito pensa che io sia pazza a causa di tutto questo. Quando ha sentito che Michael Sheen sarebbe stato in New Moon era tipo: “Oh, forse questa cosa non è così pazza come credevo”.

Stephenie Meyer: E’ assolutamente eccezionale, ed è una delle ragioni per cui amo quel film, perchè adoro vederlo all’opera. Ogni volta che tocca a lui io sono tipo “Dì ancora qualcosa!”

(chiacchiere)

Stephenie Meyer: E detesto che Jamie Campbell Bower non abbia avuto tutto lo spazio che aveva originariamente.

(discussioni)

Stephenie Meyer: ‘Perchè è incredibile.

Kallie: E’ brillante.

Stephenie Meyer: Ha anche provato la parte di Demetri.

Stephenie Meyer: Ed era troppo spaventoso per Demetri, lo vedevamo. C’era un altro ragazzo che… Sapete come dovrebbe essere Demetri, Charlie [Bewley] era una sorta di via di mezzo, Demetri dovrebbe essere tranquillo e una specie di tipo che tranquillizza, ma al cinema la gente non vuole il pacificatore, vuole qualcuno che metta tensione. Così Charlie metteva paura, ma non tanto quanto Jamie. Jamie era glaciale, e il suo viso si adatta in maniera incredibile al trucco, non ha pori! Il suo viso è perfetto. E lui sembrava, sai è entrato nel personaggio e per ogni battuta che recitava prendeva peso ed era come se dicesse “Ancora, di più, per favore!”. Caius ha bisogno di una storia. Abbiamo bisogno di saperne di più. E tutta la cosa, assieme a Michael Sheen semplicemente andava! Bè, anche Marcus, che anche Chris [Heyerdahl] è piuttosto strano. Ha fatto proprio le cose come se avesse 500 anni di polvere in gola. Era tutto pazzesco.


(chiacchere)


Stephenie Meyer
: Alla cena del cast ero seduta lì a fianco a lui, non sapevo che fosse lui perché è calvo, ed io ero abituata a vederlo coi capelli! E così parlavo con questo ragazzo alto e calvo pensando proprio che fosse qualcun altro, quando ho realizzato chi fosse, ho pensato velocemente a tutto quello che avevo detto prima, “Ho per caso…Lo sa che non avevo capito chi fosse?”. E quindi gli ho detto “Non ti avevo riconosciuto senza parrucca e lenti rosse e tutto il resto.”


Fansite
: Ma che divertente!


Kallie
: Ok, ho una domanda sulla musica.


Stephenie Meyer
: Musica.


Kallie
: Una delle cose che ho amato di più, anche prima che uscissero i film, era andare sul tuo sito e far andare la playlist mentre leggevo, e adesso abbiamo questi film e queste colonne sonore, ci sono alcune canzoni per cui hai pensato “Oh, starebbe davvero bene nella mia playlist”?


Stephenie Meyer
: Um, fammi pensare. Giusto adesso la canzone dei Dead Weather, è, copritevi le orecchie, è nella scena in cui Victoria parla a Riley, è una specie di suo tema.


Matt
: Sì.


Stephenie Meyer
: Ok, sei bravo, sei bravo. E’ come se fosse il suo tema musicale, come il suo tono, non ci sono molte parole, ma il beat e il sound sono proprio… Mi è piaciuto un sacco come ha funzionato. E ovviamente sapete che la canzone promozionale di Twilight è stata…bè è diventata un’icona.


Fansite
: Ogni volta che la ascolto mi vien da piangere.


Stephenie Meyer
: Sì, voglio dire, ce ne sono di grandiose… e la canzone di Thom Yorke per New Moon…


Fansite
: Oh, la adoro.


Stephenie Meyer
: E’ stato l’apogeo della musica nei film per me, è stato proprio come ha lavorato la mente di Chris. Come se avesse potuto vedere che questa fosse una canzone per una sequenza d’azione. L’abbiamo visto con…Abbiamo avuto una premiere in Arizona, lo faccio con i miei amici qualche volta, e abbiamo avuto una band che è venuta a suonare, loro non avevano ancora visto il film. Potevano parlare solo di questa canzone, e sono andati fuori di testa per come la canzone funzionasse. Ed è stato figo. Ci sono ovviamente delle canzoni, ma la maggior parte, come i loro testi, sono una persona molto sui testi e musica, devo averli entrambi, e un sacco di queste, sono molto più di sound, a parte per “Possibility” di Likke Li, che ti uccide per come sia stata inserita, ed alcune canzoni sono più sul tonale nel film, e quando le decostruisci non funziona con i libri. Quindi non credo che farei molte sostituzioni.


Kallie
: Ma è carino ascoltare quelle che ti piacciono, perché è una di quelle cose che…bè tu sei una persona “musicale”.


Stephenie Meyer
: Bè, è una bella opportunità per me essere in grado di avere [rispettati?] i miei gusti con la musica, perché nei film è davvero dura, perché sono coinvolte molte persone: c’è la casa discografica che vuole promuovere questa cosa, e un’altra persone che vuole promuovere un’altra cosa. Ci ha colpito quest’ultima cosa. Voglio dire, amo la colonna sonora, ma c’è stata una canzone per cui abbiamo combattuto e pianto e scongiurato per un suo inserimento e ancora…


Matt
: Qual era la canzone?


Stephenie Meyer
: Sono una grande fan della band Meese, e avevano scritto una canzone specificatamente per il film, quindi non è uscita ma credo che la pubblicheranno, e la volevo per la fine perché le dava una certa leggerezza. Per tutto il film sei tipo… e quindi alla fine hai bisogno di una canzone che ti tiri su, la canzone dei Metric ci sta bene, però volevamo quella canzone.


(chiacchere)


Stephenie Meyer: Ci sta bene ed è molto bella, e mi piace davvero il risultato, ma non l’abbiamo sentita fino alla fine, è stata proprio una delle ultime cose che abbiamo ascoltato, e abbiamo davvero lottato per avere quella canzone anche in altri posti perché ha questo feeling come, sapete è così complicato con Bella ed Edward, con tante situazioni “depresse”, ma quando loro due sono assieme e sono solo loro due, ci dovrebbe essere felicità, e questa canzone ha un che di felice ed è proprio leggera e noi l’amiamo veramente. Lo urlo! Amo i Meese, sono grandiosi! Ragazzi, andate e comprate il CD dei Meese!

Fansites: Ok!

Stephenie Meyer: Ne ho messi qualcuno dei miei preferiti nella borsa come i Meese e Dan Mangan, CD che non riesco a smettere di ascoltare, poi i Sleigh Bells, che sono fantastici…e poi qual è il quarto??

Meghan: Florence and the Machine.

Stephenie Meyer: Florence and the Machine. Una delle canzoni più belle della colonna sonora secondo me è la loro: “Heavy”.

Fansite: Anche Sia, stavamo parlando proprio l’altro giorno di come il passaggio tra le due canzoni sia fantastico.

Fansite: Ed anche la canzone dei Beck.

Kallie: Amo la musica.

Fansites: La canzone dei Beck è meravigliosa.

Kallie: Sai…credo di essermi legata ancor più ai libri quando sono andata sul tuo sito e ho visto i Muse e ho pensato: “questo mi riporta indietro alla scuola superiore.” cioè non necessariamente tutta la loro musica mi fa questo effetto, ma è divertente perchè quando stavano scrivendo molti dei loro lavori …. ora sono così famosi e magari li avevano scritto tempo fa.

Stephenie Meyer: Quando li ho sentiti la prima volta in pochissimi ne avevano sentito parlare. Mi aiutano molto nella scrittura e la loro musica mi colpisce , sapete, non sono cinici al riguardo. Si buttano loro stessi nella musica. Vivono quelle emozioni e non c’è nessun senso tipo : “Mi sto un po’ frenando e sarò un po’ sarcastico” o cose del genere. Ci mettono la pura emozione nelle canzoni, qualunque emozione sia E’ la fine del mondo? E’ la fine del mondo! Lo prendono seriamente, e quando scrivo non mi piace essere cinica ma solo sentire le emozioni per quello che sono e quindi le loro canzoni sono perfette per questo scopo.

Fansite: Ti piace Rush?

Stephenie Meyer: Non ho sentito molto di Rush. Vorrei.

Fansite: Perchè sono letteralmente [Purtroppo questa parte non si riesce a distinguere].

Stephenie Meyer: Vedete è strano il mio rapporto con la musica….non ho sentito moltissima musica quando frequentavo la scuola, come in realtà la maggior parte dei ragazzi faceva, mi sono dedicata più all’ascolto al college e poi sempre di più, mano a mano che passava il tempo ed era una cosa strana. Così molta della musica che amo veramente sono delle cose che sono uscite negli ultimi dieci anni. Ho un background limitato.

Articolo redatto tradotto ed adattato da Chiara, GaiaB86 e Pink Punk 83.

Fonte: Twilight Series Theories

Leave a Reply

(required)

(required)

*
Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.