set 152012

Ed eccoci come ogni fine settimana con il consueto appuntamento con l’intervista che alcuni fansites americani hanno avuto la possibilità di fare con gli attori di Breaking Dawn 2. Oggi è il turno del vampiro romeno Noel Fisher.

Leggiamo insieme:

E’ stato un anno molto buono per te professionalmente, con l’interpretazione di un grande personaggio in Shameless, e poi il ruolo in Cotton Top. Cosa ti ha fatto scegliere uno scontroso vampiro di 3000 anni fa? Perché hai voluto quel ruolo?

In realtà avevo scelto Twilight prima di Shameless o Cotton Top, ma ovviamente il franchise di Twilight è in un mondo a sé, una classe a sé stante. E’ davvero molto diverso da qualsiasi altra cosa io abbia mai fatto. Ed è una cosa che cerco di fare con le mie forze, tipo selezionare delle parti che sono molto diverse le une dalle altre. Mi piacciono i vampiri, amo il fantasy / sci-fi, e tutto questo genere di cose, quindi è proprio il mio stile. Così ho pensato che mi sarebbe piaciuto interpretare un vampiro di 3000 anni. E’ fantastico!

Hai girato Cotton Top in Romania ed hai interpretato un vampiro romeno in Breaking Dawn. Hai sentito un legame speciale con quel paese quando sei stato lì per le riprese?

Non lo so, ho praticamente pensato che fosse una coincidenza davvero divertente che fossi lì a pochi mesi dopo che Twilight fosse finito. Ho pensato fosse molto divertente. Abbiamo girato nei pressi del castello reale di Vlad l’Impalatore, che ormai non è più un castello. E’ fondamentalmente un mucchio di macerie ora, ma alcuni degli austisti in Romania ci dicevano che a pochi chilometri da dove ci trovavamo c’era un cumulo di macerie che era in realtà una vecchia dimora di Vlad l’Impalatore. Così ho pensato fosse figo.

Ci puoi dire come è stato quando ti sei visto completamente vestito da vampiro con gli occhi rossi per la prima volta?

In una sola parola: FANTASTICO. Ho pensato che tutte le cose artistiche che abbiamo fatto con questo film, in termini di guardaroba e il trucco e parrucco, ho pensato fossero davvero di altissimo livello. C’è qualcosa di veramente speciale nell’assemblare tutti questi pezzi davvero particolari di abbigliamento ed avere quegli occhi speciali, anche se in realtà mi ha aiutato molto con quel tipo di atteggiamento regale che i rumeni dovrebbero avere.

Com’è stato entrare in un franchise già affermato? Ti sentivi come il nuovo arrivato?

In realtà l’ho trovato davvero accogliente. Penso che sia stato davvero meraviglioso perché c’era un gruppo molto grande di neofiti. In sostanza, una delle cose veramente belle sul set era che tutti i Cullen, e tutte le persone che hanno fatto parte della Saga per un lungo periodo, tutti, sono stati tutti molto accoglienti. C’era un’atmosfera molto calda sul set, almeno questa è stata la mia esperienza, per me è stata una favola.

Com’è stato filmare Breaking Dawn così vicino a casa, a Vancouver?

A dire il vero, Twilight è stato il primo lavoro che io abbia mai fatto a Vancouver da quando mi sono trasferito a Los Angeles, il che è davvero sorprendente. E’ stato davvero bello. L’hotel in cui abbiamo alloggiato era letteralmente a tre isolati di distanza dalla casa di mia sorella. E’ stato davvero meraviglioso poter tornare a casa e vedere mia sorella, vedere la mia famiglia, andare nei piccoli ristoranti e caffè dove andavo abitualmente. E’ stato davvero divertente.

Se potessi creare il tuo proprio fansite, su cosa sarebbe? Di cosa sei veramente appassionato?

Oh, cavolo, c’è un sacco di roba. Dipende da cosa sono attualmente ossessionato. Ad esempio in questo momento sono davvero ossessionato da una serie di Showtime che si intitola Homeland di cui sono totalmente innamorat. Game of Thrones, The Walking Dead. Tutto ciò che è fantasy mi piace. Breaking Bad non è esattamente fantasy, ma è un’ altra cosa che mi piace molto.

Potresti condividere con noi alcune delle battute, scherzi o esperienze con Guri [Weinberg] sul set?

La storia che mi viene sempre in mente, era quando stavo facendo una scena in cui dovevo – beh, non è tanto uno scherzo, perché non è stato fatto di proposito- ma c’era una scena in cui dovevo tipo accovacciarmi per un attimo ed era proprio alla fine della giornata, proprio l’ultimo ciak della giornata e stavamo cercando di terminare. Mi ricordo che chiamavano, “Rolling” e poi, “Azione!” Abbiamo iniziato, faccio un piegamento ed ho sentito questo enorme strappo. Mi sono praticamente strappato la parte posteriore dei pantaloni, erano completamente aperti, in modo che tutti potessero vedere la mia biancheria intima. Così sono dovuto andare dalla signora del guardaroba e lei mi ha letteralmente ricucito mentre avevo ancora addosso i pantaloni tra una ripresa e l’altra. Poi l’ho dovuta rifare e li ho rotti ancora. Ho dovuto correre indietro e farlo ancora una volta, e ancora una volta strappato. E’ stato divertente!

Tu e Guri avete provato a lavorare insieme per adottare l’accento Rumeno, oppure avete lavorato di più per cercare di rendere il clan molto unito?

Ci siamo entrambi seduti con Bill. Sono rimasto davvero impressionato perché Bill si è seduto a parlare con tutti i nuovi vampiri, inclusi i Rumeni, e ci ha praticamente chiesto quali fossero le nostre idee e i nostri pensieri riguardo ai personaggi. Avere quell’accento era una cosa molto interessante ed unica che volevamo entrambi. Abbiamo avuto un insegnante che ci aiutava con l’accento – non un accento rumeno moderno perché loro sono molto vecchi, è stata una sorta di mix tra l’accento rumeno antico e i dialetti dei paesi circostanti la Romania perché entrambi hanno viaggiato molto e abbiamo voluto aggiungere questo dettaglio. Così abbiamo creato un nostro dialetto. Questa è stata una delle cose più belle del personaggio, una cosa che mi ha fatto davvero entrare nella parte. Ne sono davvero soddisfatto.

Quando hai saputo di aver ottenuto il ruolo, eri più emozionato all’idea di dover lavorare con chi?

Bè, in realtà sono da molto tempo un fan di Bill Condon. Ma la cosa davvero interessante di questi film è che conosci davvero tutti. Come Peter Facinelli – nel suo Nurse Jackie è strepitoso. Ci sono molti di loro, come il fatto che Kristen lavora in questo campo da diverso tempo. Ed è stata fantastica in ogni cosa che ha fatto, quindi è bello lavorare con persone che hanno già molta esperienza, è un’opportunità di imparare molto.

Marlane [Barnes, in una precedente intervista] ci ha detto che è rimasta molto colpita dalle tue doti nella danza per il flash mob che avete organizzato. Puoi raccontarci la tua esperienza di quel giorno?

E’ stato organizzato da qualcuno dei vampiri nuovi e Toni Trucks ci ha prelevati e portati in una stanza dove c’era un piccolo stereo che suonava questa canzone, e ci hanno insegnato i passi. Abbiamo provato per un po’ finchè non eravamo pronti, e abbiamo cercato di tenerlo nascosto alle persone che avrebbero dovuto esserne sorprese.

Abbiamo sentito che ti muovevi bene.

Sono felice che qualcuno la pensi così!

Hai mai parlato con Stephenie del tuo personaggio?

Non molto in realtà. Ho parlato con lei di alcune cose riguardo alla storia, ma in realtà ci è stata data la Guida Ufficiale Illustrata che era uscita qualche tempo prima. Ma no, Stephenie ed io abbiamo parlato – uno dei nostri autori preferiti è Orson Scott Card ed è di questo che abbiamo parlato a lungo. Credo che la Summit stia per realizzare la versione cinematografica di uno dei suoi libri. Si chiama Ender’s Game, ed è uno dei miei libri preferiti di sempre, e anche di Stephenie. Abbiamo parlato molto di consigli letterari. Infatti mi deve ancora dare una lista di libri che dovrei leggere.

Stai provando anche ad avere una parte in Ender’s Game?

No, sono troppo vecchio per quello, credo. Ma ne sono davvero ammaliato. Sarà grandioso. E’ un’ottima storia, non vedo l’ora di vedere il film.

Traduzione a cura di GaiaB86 e Chiara.

Fonte: Team Twilight

Leave a Reply

(required)

(required)

*
Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.