nov 022010

Dopo Stephen King anche Anne Rice – creatrice di una delle saghe vampire più famose del mondo ovvero quella di Intervista col Vampiro - intervistata da The Star Ledger dice la sua a proposito del fenomeno Twilight:

D: E’ complicato. Per questo provo sensazioni contrastanti a proposito di “Twilight”. E’ così sterilizzato.

R: Si basa su una premessa molto sciocca: immortali che vorrebbero andare a scuola. E’ una mancanza di immaginazione, ma al tempo stesso, questa premessa sciocca hadato a Stephenie Meyer un enorme successo. E’ quasi come un colpo di genio  mettere i vampiri al liceo. Si diplomano più e più volte.

D: Io ho odiato il liceo.

R: Non lo odiano tutti? L’idea che se fossi immortale vorresti  andare a scuola invece che a Katmandu o Parigi o Venezia, è il vampiro smussato per i ragazzini. Risquote successo. Rende i ragazzini felici.

D: Sembra che quei libri sono sterilizzati, mentre nel resto della cultura pop, vedrete le ragazze molto giovani vestite in modo apertamente sessuale. I vampiri sono sani rispetto al resto di ciò che c’è là fuori.

R: Non credo che i vampiri siano molto sani. Sono personaggi di fantasia e dobbiamo continuare a ricordare a noi stessi questo. Essi non esistono. Ricevo e-mail da persone che sono indignate perchè guardo “True Blood”. Dicono: “Come puoi tollerare il male in ‘True Blood?’ Dico, “State scherzando? I vampiri non sono reali. Tenetelo a mente.” …

Beh che dire, non esattamente una critica lusinghiera ma un monito assolutamente importante: ci sono persone che tendono a sovrapporre fantasia e realtà e questo può diventare molto pericoloso. La fantasia è bella perchè ci fa sognare, ci aiuta ad evadere ma la realtà è tutta un’altra cosa e non dobbiamo dimenticarcene mai! ;)

Fonte: nj.com Via: Twilight Lexicon

Leave a Reply

(required)

(required)

*
Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.